Hyundai Kona Hybrid stupisce e non solo per la sua tecnologia!

Dopo aver percorso oltre 1.000 km, il responso è chiaro, lampante: Hyundai Kona Hybrid conquista da parte della nostra Redazione le cinque stelle in tema di consumi.

Tecnologica, pratica, comoda, un SUV di segmento B che punta sulla modernità progettuale ma anche su di una unità elettrificata che garantisce la massima efficienza.

Parola d’ordine originalità
Non c’è storia, ogni volta che la osservi non puoi non ammettere che la sua originalità non ha eguali, Hyundai Kona ha quell’aspetto moderno che lascia chiaramente intendere di che pasta è fatta.

Un frontale dominato da gruppi ottici disposti su due livelli, quello superiore sottile, full LED, quello inferiore di generose dimensioni, il tutto condito da una “Cascanding Grille” di nuova concezione, che ingloba il logo del marcio automobilistico coreano e che si trova a ridotto di una sottilissima quanto utile presa d’aria.

Sbalzi ridotti e prestazioni interessanti: la versione oggetto del nostro test drive, era equipaggiata con pneumatici di generose dimensioni (225/45 ZR18) che contribuiscono sensibilmente sia a rendere l’insieme decisamente più accattivante, ma anche ad una tenuta di strada e stabilità di tutto rispetto, perché a fronte di un peso di 1.376 kg, la vettura dimostra di essere sempre sicura, anche in condizioni di asfalto decisamente sfavorevoli.

Sono ben 10 le possibili combinazioni di colore del corpo macchina e due per il tetto, un’offerta che si rivela decisamente vincente, soprattutto tra il pubblico più giocane.

Internamente la Hyundai Kona Hybrid è dotata di una strumentazione specifica, con grafica dedicata ai momenti di ricarica e potenza.

Lo schermo da 10,25 pollici presente al centro della plancia, offre una miriade di informazioni e funzionalità e supporta pienamente Apple CarPlay ed Android Auto. L’auto può essere equipaggiata anche con una SIM dedicata per la connessione costante con la rete.

Ottima per resa acustica l’impianto audio della Krell, dotato di amplificatore e bassi profondi e possenti.

Il navigatore satellitare presente all’interno del rinnovato sistema di intrattenimento, risponde della funzione Eco Driving Assist, in grado di indicare al guidatore i punti più vantaggiosi per sfruttare la presenza dell’unità ibrida ( ad esempio discese o cambiamenti di pendenza) in modo tale da abbattere notevolmente i consumi.

ADAS di seconda generazione
Controllo di stabilità, sistema di mantenimento della corsia, segnalazione angolo cieco, cruise control, la nuova Hyundai Kona Hybrid offre tutto e di più per rendere ogni spostamento sicuro e confortevole.

In autostrada, la vettura manifesta tutta la sua bontà progettuale e tecnologica soprattutto quando, come nel nostro caso, le condizioni meteo avverse, rendono i dispositivi ADAS ancora più efficaci.

Novità assoluta è la presenza del dispositivo VESS: un tasto posto a sinistra della plancia, serve a emettere un cicalio, utile soprattutto per segnalare la propria presenza ai pedoni quando si passa in zone a traffico limitato.

Test Drive ReportMotori Commenti disabilitati su Hyundai Kona Hybrid 2019: l’ibrida dai consumi ridotti!